Gli “avvii di frase”

In classe si fa fatica a discutere di ciò che si legge, di ciò che si sa, di ciò che si vive… Chi parla spesso non usa un volume della voce adeguato, né si rivolge al resto della classe. La classe non segue l’intervento. Tutti vogliono dire qualcosa, n’importe quois (locuzione francese che sta per…

Consigli per fare buone presentazioni

1. GRANDI TEMI Prima di cominciare la tua presentazione, leggi e sottolinea almeno due volte le pagine del libro. Se vuoi, leggi anche altre pagine di libri geografici presenti in classe (libri scolastici). Eventualmente consulta anche una rivista on-line come Internazionale, che ogni settimana pubblica articoli provenienti da giornali di tutto il mondo. Qualsiasi cosa…

I taccuini

Ho inaugurato un taccuino delle idee per la scuola, che è una specie di taccuino dello scrittore in modalità “insegnante”. L’anno prossimo, infatti, vorrei che anche i miei ragazzi di prima – che nel frattempo saranno diventati studenti di seconda – utilizzassero proprio un taccuino come questo per conservare le loro idee, i loro testi,…

Il cigno

Questa discussione – che reputo molto interessante, come ogni discussione fra ragazzi in cui emerge un pensiero originale, autonomo, per quanto “zoppicante” e assolutamente in fieri – si è tenuta nella nostra aula (con i banchi disposti a ferro di cavallo, ovviamente) dieci giorni fa. Il racconto a cui ci riferiamo è lo splendido – e micidiale…

Uomini e femminismo

Il 7 luglio 2014, l’attrice britannica Emma Watson è stata nominata Goodwill Ambassador (“ambasciatrice di buona volontà”) dalla sezione dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) che si occupa della gender equality (parità di genere maschile/femminile) nel mondo. Lo scorso 20 settembre Emma ha parlato alla sede dell’ONU, a New York, per lanciare una campagna di sensibilizzazione….

Di memoria, scappatelle in bagno e soddisfazioni impreviste

Oggi, a scuola, abbiamo guardato un film lento, lentissimo, teatrale, modulato tutto sulle espressioni dei visi e sull’intonazione delle voci, nonché sui chiaroscuri degli interni e degli esterni. A detta dei ragazzi una palla, insomma. I ragazzi (tutti di terza media) si sono annoiati, perché – anche se è vero che spesso non sembrano capaci…

Il grado zero

Quest’anno comincio da zero. Con questo. E un questionario su carta, per far prima.

Intervista a Youssef

Qualche anno fa, a cavallo fra il 2009 e il 2010, insegnavo in una seconda media piuttosto “variegata”: prevalentemente italiani, ma provenienti da più regioni, i ragazzi dovevano convivere anche con coetanei cinesi, marocchini, rumeni e moldavi. In quegli anni, in realtà, la situazione era in via di impercettibile modificazione: dal dover convivere si è…

L’arazzo di Bayeux

Un argomento che si presta a presentazioni (orali, scritte, grafiche) da parte dei ragazzi stessi è sicuramente la storia delle civiltà e delle culture: i Longobardi, i Sassoni, i Normanni, i Mongoli… Nel caso dei Normanni, poi, è possibile condurre lavori “di ampio respiro” (laboratori, drammatizzazioni ecc.) su una delle fonti materiali più straordinarie che…

Se la scuola avesse le ruote, sarebbe una carriola

Un post molto frettoloso, dopo aver girovagato in mezzo a qualche articolo del Movimento di Cooperazione Educativa (scoperto per caso grazie a una segnalazione del G.I.S.C.E.L. e a parecchie ricerche su Google relative a Mario Lodi, che comunque – ci tengo a precisarlo – leggo da un’epoca precedente alla diffusione di internet). Sono felice di…

Fine della discussione

Una storiella esemplare che racconta la fine che si fa (o si rischia di fare) quando si discute con chi non capisce (o fa finta di non capire). In realtà, discutere è importante; molto, molto importante. In Italia, a casa, nelle scuole, sui campi da calcio, non si discute mai abbastanza. O, meglio, non si…

Di che cosa avete paura, voi?

La discussione che segue è avvenuta realmente. I nomi, invece, sono di pura fantasia. Partecipano alla “tavola rotonda” anche una professoressa e un’educatrice. Chiara: Io ho paura delle cavallette. E poi, quando dormo, mi sembra di cadere in uno spazio buio. Sogno un personaggio strano… Ho paura degli uomini strani. E anche del buio. Paolo: Mi…