I taccuini

Ho inaugurato un taccuino delle idee per la scuola, che è una specie di taccuino dello scrittore in modalità “insegnante”.

DSC00283.JPG

L’anno prossimo, infatti, vorrei che anche i miei ragazzi di prima – che nel frattempo saranno diventati studenti di seconda – utilizzassero proprio un taccuino come questo per conservare le loro idee, i loro testi, le loro memorie. Si tratta infatti di provare a sostituire il quaderno con uno strumento più maneggevole, più leggero, più autentico e dunque più attivo.

Per arrivare a un risultato interessante, secondo me, è opportuno ricorrere anche a un blocco degli appunti, dove annotare in quattro e qattr’otto le cose da tenere a mente. Una volta fissate, si procede poi alla loro sistemazione nel taccuino.

A scuola, i ragazzi dovrebbero poi scegliere i testi meglio riusciti, ricopiarli in una versione definitiva (sulla quale potranno poi sempre ritornare, in corso d’anno, per apportare eventuali aggiustamenti) e iserirli in una cartellina a disposizione dell’insegnante che, periodicamente, li leggerà, proponendo correzioni sempre discusse con l’allievo.

Qualcuno propone addirittura due taccuini: uno per la lettura e uno per la scrittura, ma io credo che ne farò adottare uno solo, giusto per vedere come (e se) funziona.

Una delle possibilità più interessanti, in esperimenti come questi, è quella di coniugare la scrittura con il disegno, l’impaginazione grafica, l’uso del colore eccetera. A scuola, noi insegnanti di lettere potremmo lavorare in èquipe con i colleghi di arte e immagine o di tecnologia (o con entrambi). Insomma, un taccuino mi sembra che possa diventare molto più ricco, da qualsiasi punto di vista, di un qualsiasi quaderno: vedremo, a esperimento ultimato, se davvero può funzionare anche nella vita scolastica dei ragazzi. Ma a questo punto… bisognerà attendere almeno un anno!

Di seguito, alcune proposte per lavorare in gruppo, apprese nel corso di uno stupendo aggiornamento (“Come scoprire e valorizzare le proprie risorse per gestire una classe difficile”), tenuto  da Paola Plebani in provincia di Verona.

DSC00284

DSC00285DSC00286

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...