Il monachesimo

Qui sotto, potete vedere lo scriptorium della biblioteca monastica nel film “Il nome della rosa”. Sono presenti gli amanuensi (= monaci che scrivevano a mano) impegnati nell’attività di: copiatura dei manoscritti (= libri scritti a mano); miniatura (= disegno con il minio, sostanza di colore rosso). Nella biblioteca c’è, ovviamente, anche un archivio dei manoscritti già copiati e miniati. Eccolo….

“L’architettura della trascendenza”

“Incominciò il terzo disegno. Era una pianta della chiesa. Con l’immaginazione vedeva i dodici archi del colonnato. La chiesa, quindi, era divisa in dodici sezioni chiamate campate. La navata sarebbe stata lunga sei campate, l’abside quattro. Nel mezzo, nello spazio della settima e dell’ottava campata, si sarebbero innestati i bracci di transetto, e in alto…