Gli “avvii di frase”

In classe si fa fatica a discutere di ciò che si legge, di ciò che si sa, di ciò che si vive… Chi parla spesso non usa un volume della voce adeguato, né si rivolge al resto della classe. La classe non segue l’intervento. Tutti vogliono dire qualcosa, n’importe quois (locuzione francese che sta per…

Curva la tua storia!

Uno dei problemi che incontriamo più frequentemente quando IMPOSTIAMO un racconto (dunque quando ne redigiamo la prima bozza o quella immediatamente successiva) è quello di GESTIRE LE DIVERSE FASI della storia. Oggi proveremo a risolverlo. Qui la tabella per esercitarsi. E qui sotto una TED-Ed che recupera gli studi di un autore meraviglioso, Joseph Cambell…

Racconti per la II C

Per i ragazzi di II C: vi chiedo di scaricare e (possibilmente) di stampare questi racconti fantastici (horror, ma non troppo!). La cosa in cantina Il lago I topi Inoltre vorrei che scaricaste e stampaste anche l’immagine che trovate qui in basso (è un racconto “illustrato” o, meglio, un’illustrazione “raccontata”; la potete trovare in un libro intitolato…

Il laboratorio di lettura

Ho dovuto dire addio a Peri. Ho cambiato scuola. In attesa di riordinare i miei materiali su un sito più ordinato e più “tecnico” (o più probabilmente su un banale Google Drive), pubblico in questo post le prime fotocopie distribuite nella classe che mi hanno affidato quest’anno: una seconda. Sono sempre più convinta che a…

Il fascismo

IL DOPOGUERRA ITALIANO La guerra ha lasciato un senso di risentimento generale. Nasce il mito della “vittoria mutilata”: l’Italia ha ottenuto le “terre irredente” (Trento e Trieste) ma non la città di Fiume e la Dalmazia. Disoccupazione e inflazione dilagano. Il 1919-1920 è il “biennio rosso”: sindacalisti e proletari (operai e contadini) scioperano, manifestano in piazza e occupano le fabbriche. La borghesia teme una rivoluzione comunista….