Scrivere a Natale

Durante le vacanze di Natale scriverete un quarto d’ora al giorno, per sedici giorni (in fondo a quest’articolo trovate il “link” agli esercizi di scrittura: non sono pesanti né troppo “scolastici”). Se siete bravi e vi concentrate, potreste anche “prendervi bene” e arrivare a scrivere addirittura mezz’ora. Vi chiedo soltanto di non limitarvi a scrivere…

Gli “avvii di frase”

In classe si fa fatica a discutere di ciò che si legge, di ciò che si sa, di ciò che si vive… Chi parla spesso non usa un volume della voce adeguato, né si rivolge al resto della classe. La classe non segue l’intervento. Tutti vogliono dire qualcosa, n’importe quois (locuzione francese che sta per…

Andare oltre

Il testo che segue è stato elaborato dalla classe III A di Peri (Verona). Gli intermezzi miei sono segnalati in corsivo. Stamattina, in occasione della giornata della memoria, abbiamo eseguito un esercizio di coreografia: la ricostruzione della stella di David assieme a tutte le classi della scuola. Per quanto l’atmosfera fosse concentrata e tranquilla, abbiamo…

35 cose che mi rendono felice

Un primo testo “misto” (con parole e disegni) su cui mi è capitato di lavorare in questi giorni, e proponibile integralmente anche alle classi, è il seguente. Si chiede a ciascun ragazzo, in tutta semplicità, di stilare un elenco delle cose che lo rendono felice. All’apparenza è un esercizio banale, ma in realtà richiede una…

I taccuini

Ho inaugurato un taccuino delle idee per la scuola, che è una specie di taccuino dello scrittore in modalità “insegnante”. L’anno prossimo, infatti, vorrei che anche i miei ragazzi di prima – che nel frattempo saranno diventati studenti di seconda – utilizzassero proprio un taccuino come questo per conservare le loro idee, i loro testi,…

Emozioni, queste sconosciute!

Spoiler: questo è un lunghissimo post. Alla fine della lettura l’umanità sarà scomparsa da un pezzo, spazzata via da un asteroide proveniente da Alfa Centauri, mentre una specie potenziata di scarafaggi avrà assunto il controllo pressoché totale del pianeta. In questi giorni, nella prima media in cui insegno, stiamo sperimentando un percorso diverso dal solito….

Movimenti/Apprendimenti

Riporto qui una riflessione di Daniele Novara, pedagogista, sull’importantissima relazione fra movimento e apprendimento: originariamente pubblicata sullo speciale della rivista uppa (Un Pediatra Per Amico) dedicato alla scuola.

Cambiamenti

Da un’idea di Jenny Poletti Riz. Oggi, nella mia classe (una prima) abbiamo lavorato su questo. In sintesi: Che cosa vorresti che cambiasse, nel mondo? Come puoi fare, tu, a cambiare questa cosa in tre semplici mosse, a partire da adesso? Purtroppo, credo che la parola ‘mondo’ abbia disorientato i ragazzi. Il mondo è qualcosa…

Che cosa (ci) sta succedendo?

Anche se non sono un’amante delle discussioni “a caldo”, quelle in cui i ragazzi tendono a riportare acriticamente (e per forza: son ragazzi) le opinioni e le polemiche – di solito le meno “documentate” – che incontrano sul loro cammino, questa volta mi sono impegnata a tornare sui fatti di Parigi. L’avevo già fatto per…

Il cigno

Questa discussione – che reputo molto interessante, come ogni discussione fra ragazzi in cui emerge un pensiero originale, autonomo, per quanto “zoppicante” e assolutamente in fieri – si è tenuta nella nostra aula (con i banchi disposti a ferro di cavallo, ovviamente) dieci giorni fa. Il racconto a cui ci riferiamo è lo splendido – e micidiale…

Uomini e femminismo

Il 7 luglio 2014, l’attrice britannica Emma Watson è stata nominata Goodwill Ambassador (“ambasciatrice di buona volontà”) dalla sezione dell’ONU (Organizzazione delle Nazioni Unite) che si occupa della gender equality (parità di genere maschile/femminile) nel mondo. Lo scorso 20 settembre Emma ha parlato alla sede dell’ONU, a New York, per lanciare una campagna di sensibilizzazione….