La rinascita delle città

Immagine 2

L’effetto più macroscopico della rinascita delle campagne è il ripopolamento dell’Europa, non solo di quella agricola ma anche di quella urbana: le città – fino a questo momento sopravvissute soltanto grazie alla presenza dei vescovi, che esercitavano anche delle funzioni amministrative e non solo religiose – attirano nuovi abitanti. I contadini vanno in cerca di fortuna (sono i veri e propri emigranti dell’epoca), gli artigiani avviano intense attività produttive poiché finalmente torna a esistere una vera e propria clientela con qualche soldo in tasca… e infine anche i nobili si trasferiscono in palazzi più consoni alle loro esigenze, affacciati su strade più trafficate e su botteghe talvolta “lussuose” (per modo di dire: il lusso del Medioevo non corrisponde certo al lusso attuale!). La vita in città è meno monotona di quella campestre, ma nello stesso tempo è anche più pericolosa: le taverne offrono vino, piatti di minestra e giochi d’azzardo (dadi, carte, morra…), ma per strada si possono incontrare bande di putti (bambini e ragazzi disoccupati) molto dispettosi o uomini rissosi (spesso benestanti) qualche volta armati di coltellacci. Anche le ragazze di umile condizione devono stare attente a non fare brutti incontri notturni, magari con gruppi di universitari in cerca di qualche avventura.

Questo è un breve excursus sulla civiltà cittadina dopo l’anno Mille.

 

Qui, per chi ha tempo, è possibile vedere un documentario sulla vita cittadina bassomedievale.

E, per finire, un filmato per visitare virtuamente una delle più belle cattedrali gotiche costruite nella storia: quella di Amiens (seconda, forse, soltanto a quella di Chartres!). Perché, ricordate, la cultura medievale è imbevuta di simboli, pratiche e oggetti religiosi. L’uomo medievale è principalmente un uomo di fede, qualunque sia la sua estrazione sociale: di fronte a Dio e ai suoi monumenti i vagabondi, i contadini, i mercanti, i nobili… tutti si equivalgono.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...