Sochi, pubblicità e uso della retorica

Uno spot piuttosto retorico per le Olimpiadi invernali di Sochi. Perché retorico? Perché un po’ ovvio, per noi adulti… e anche perché non è il primo spot olimpico dedicato alla mamma con onnipresente tappeto sonoro einaudiano di sottofondo.

Facile far scorrere le lacrime, insomma, se sfruttiamo l’immagine della mamma sempre buona, e soprattutto disponibile, abbinata a qualche virtuosismo pianistico. Ma qui si può aprire un intero capitolo, anzi, uno scaffale di biblioteca, dedicato alle riflessioni sui ruoli naturali delle mamme. Perché nello spot c’è solo la mamma a occuparsi della cura dei figli? Perché c’è solo lei a svegliarli all’alba, a preparare colazioni, a fare lavatrici di panni sporchi, a medicare ferite? La mamma è importante – molto importante – ma qui la si rende troppo importante e soprattutto… poco credibile. Perché le mamme, ormai, volenti o nolenti, lavorano quasi tutte. E quando i papà non le aiutano, a casa, nella cura dei figli, allora sono guai. Perché le mamme con un doppio lavoro di questo calibro diventano mamme tristi, che si arrabbiano per un nonnulla e che di sicuro gioiranno sì per le vittorie sportive dei figli ma non gioiranno per la vita di tutti i giorni, che è la vita che conta.

Ecco perché ho apprezzato di più l’edizione invernale dello spot, ideata dal medesimo sponsor ma articolata su una visione della madre ridimensionata. Sempre retorica, ma con un messaggio molto più condivisibile.

E ai ragazzi (i quali, tendenzialmente, capiscono), va chiesto proprio: qual è il messaggio di questo spot? E pensate che valga soltanto per lo sport?

 Non abbiate paura di sbagliare. Non sprecate energie tentando di nascondere i vostri errori. 
 Traete insegnamento dai vostri fallimenti e affrontate le nuove sfide.
 Sbagliare è positivo.
 Se non si commettono errori, non si cresce.

 H. Stanley Judd

P. S.: se fossi un papà, comunque, mi offenderei.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...