Creare un parco giochi dal nulla

Spero che un giorno qualche mio alunno impari l’arte, che ne so, della falegnameria o del ferro. Imparando a usare le mani. Io le so usare poco perché ho sempre letto, studiato, al limite disegnato (parecchio). A scuola – ai miei tempi – le mani non si sono mai adoperate molto (anche se una volta abbiamo costruito un piccolo ecosistema in giardino: uno stagno. Fine). Neppure oggi, a scuola, si fanno laboratori manuali e di questo mi rammarico, sempre di più.

Noi non sappiamo mai se fra i nostri ragazzi si nasconde un bravo falegname o un fabbro o qualcun altro che ha abilità tecniche, artigiane. Anzi, neanche i ragazzi sanno se sono o se possono diventare bravi a fabbricare qualcosa… perché non fanno mai nulla (almeno, non a scuola)!

Ma magari c’è chi, di nascosto, smonta e rimonta radio e orologi. O chi può accedere al garage/scantinato/casotto del nonno, o di un vecchio parente che sa fare quelle cose lì. E che magari ha anche un’attrezzatura adatta: un tornio, una sega, un flessibile…

Ecco, io spero che ci sia da qualche parte un alunno che, un domani, abbia le capacità per fare quello che ha fatto il titolare di questa vecchia osteria nel bosco del Montello, a Treviso.

a

http://www.fastcodesign.com/3020952/watch-an-amusement-park-entirely-handmade-in-the-woods-of-italy#1
fastcodesign.com
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...