C’erano una volta boschi, pascoli e paludi

Il cosiddetto “incolto“, nel Medioevo, corrispondeva a tutte le terre non coltivate: boschi, pascoli, paludi… che, all’epoca, costituivano il 90% del paesaggio europeo.

Esso offriva un’enorme quantità di risorse che permettevano alla popolazione (comunque esigua, visto che non superava i 30 milioni di abitanti) – soprattutto a quella contadina, cioè alla stragrande maggioranza – di alimentarsi adeguatamente e di procurarsi tutto ciò di cui necessitava, soprattutto legname.

L’economia medievale era infatti un’economia agro-silvo-pastorale: un’economia, cioè, in cui ricavavano risorse da campi, boschi e pascoli contemporaneamente.

Qui una presentazione dell’argomento: Incolto.

Un bosco trentino
Un bosco trentino

Altri approfondimenti per studiare le risorse silvo-pastorali nel Medioevo:

 

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...